• Accreditato da
  • Partner
  • Con la sponsorizzazione non condizionante di

Presentazione

La distonia, che può essere idiopatica o secondaria a patologie lesionali o degenerative, è caratterizzata da movimenti involontari o di posture anomale, localizzate alla muscolatura di varie zone o segmenti corporei. Sebbene attualmente non ci siano dati certi riguardo l’eziologia della forma idiopatica di tale patologia, diversi studi neurofisiologici hanno evidenziato nei pazienti affetti un’alterazione dell’integrazione sensori-motoria e una ridotta capacità di pianificazione del movimento. La persona affetta da tale disturbo assume posizioni innaturali e le mantiene per tempi prolungati, oppure riesce a modificarle molto lentamente. La distonia rientra tra i disordini del movimento.
La spasticità invece, tipicamente presente in quadri neurologici complessi successivi a ictus cerebrale ischemico-emorragico o a patologie infiammatorie come la sclerosi multipla o in seguito a traumi cranici o lesioni midollari, è caratterizzata da un’aumentata risposta allo stiramento muscolare ed è contraddistinta da spasmi, contratture spesso dolorose associate a debolezza con conseguente perdita dell’autonomia motoria. In tali quadri clinici la tossina botulinica è uno strumento di cura efficace, non solo per ridurre la sintomatologia, quale il dolore e gli spasmi muscolari involontari attraverso l’azione a livello delle giunzioni neuromuscolari, ma anche in grado di facilitare mediante i meccanismi di neuroplasticità, modificazioni a livello del sistema nervoso centrale.
Questo corso ha la finalità di definire quali sono i quadri clinici spastici e distonici più comuni e affrontare la valutazione e il trattamento degli stessi.

Programma

Prima Parte

  • Fisiopatologia della spasticità - Carlo Cisari
  • Fattori predittivi di recupero motorio e spasticità - Nicola Smania
  • La tossina botulinica nel trattamento della spasticità - Michele Bertoni

Seconda Parte

  • Trattamento del blefarospasmo e dell’emispasmo facciale - Annarita Bentivoglio
  • La distonia cervicale - Paolo Girlanda
  • Altre applicazioni della tossina botulinica nei disordini del movimento - Roberto Eleopra

Informazioni

Obiettivo formativo

3 - Documentazione clinica. Percorsi clinico - assistenziali diagnostici e riabilitativi, profili di assistenza - profili di cura

Mezzi tecnologici necessari

Per la fruizione e l'accesso al corso FAD saranno necessari un computer (Windows o Mac) dotato di connettività internet, di un browser di navigazione standard (Internet Explorer, Firefox, Chrome, Opera, Safari) e di un programma per l'apertura e la lettura dei file PDF (per esempio: Adobe Acrobat Reader)

Procedure di valutazione

Questionario (obbligatoriamente a risposta multipla e doppia randomizzazione)

Responsabili

Responsabile Scientifico

  • CC
    Prof. Carlo Cisari
    Associate Professor of Physical and Rehabilitation Medicine at the University of Eastern Piedmont in Novara
    Scarica il curriculum

Docente

  • AB
    Dott.ssa Annarita Bentivoglio
    Ricercatrice Neurologa - Univertsità Cattolica del Sacro Cuore - Roma
    Scarica il curriculum
  • MB
    Dott. Michele Bertoni
    Responsabile - Riabilitazione neuromotoria - Azienda Ospedaliera di Varese
    Scarica il curriculum
  • RE
    Dott. Roberto Eleopra
    UOC Neurologia - Fondazione I.R.C.C.S. Carlo Besta - Milano
    Scarica il curriculum
  • PG
    Prof. Paolo Girlanda
    Direttore UOSD di Neurofisiopatologia e disordini del movimento - Policlinico di Messina
    Scarica il curriculum
  • NS
    Prof. Nicola Smania
    U.S.O di Riabilitazione Neurologica - Università degli Studi di Verona
    Scarica il curriculum

Elenco delle professioni e discipline a cui l'evento è rivolto

Medico chirurgo

  • Medicina fisica e riabilitazione
  • Neurofisiopatologia
  • Neurologia
  • Neuropsichiatria infantile
  • Ortopedia e traumatologia
leggi tutto leggi meno