AVVISO IMPORTANTE

Fad LIVE! - l'evento andrà in onda il 16 Giugno 2021 dalle ore 15.00
Consultare il programma sottostante per maggiori dettagli.
Si prega di iscriversi al Corso almeno 3-4 giorni prima.

È OBBLIGATORIA LA PARTECIPAZIONE ALLA DIRETTA PER ALMENO IL 90% DELLA DURATA AI FINI DEL CONSEGUIMENTO DEI CREDITI ECM E DELL'ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE (previa compilazione Test di Valutazione)
  • Con la sponsorizzazione non condizionante di

Presentazione

L'emofilia acquisita A (EAA) è una sindrome emorragica caratterizzata da una carenza del fattore VIII della coagulazione (FVIII) secondaria ad autoanticorpi diretti contro specifici epitopi, che causano la neutralizzazione e/o la clearance accelerata del FVIII dal plasma. L’EAA ha un’incidenza annua stimata nella popolazione di circa 1.5 casi per milione /anno (probabilmente ancora sottostimata) ed una frequenza che aumenta con l’età. L’EAA è una condizione estremamente rara nei bambini, presenta un primo picco nelle donne fra i 20 e 40 anni, per le forme associate alla gravidanza, e diventa significativamente più frequente dopo i 65 anni. Nella metà circa dei casi l’EAA è idiopatica, ma in una quota significativa può essere associata a neoplasia (6.4%–18.4%), malattie autoimmuni (9.4%–17.0%), infezioni, malattie dermatologiche e farmaci, oltre che alla gravidanza.
Si caratterizza per emorragia spontanea o sanguinamento indotto da chirurgia, traumi o altre procedure invasive in pazienti senza precedenti familiari o storia personale di malattia emorragica nota. Le emorragie più comuni nell’EAA sono quelle sottocutanee, anche notevolmente estese (80%), seguite dalle emorragie gastrointestinali (>20%), dagli ematomi muscolari (>40%), e con minore frequenza dalle emorragie genitourinarie, retroperitoneali, ed anche intracraniche, che benché rare sono gravemente invalidanti e potenzialmente fatali.  I pazienti con emofilia acquisita hanno un tempo prolungato di tromboplastina parziale attivata (aPTT) che non corregge dopo l’esecuzione del Mixing test.
Data la rarità e l’imprevedibilità della malattia, è essenziale che tutti gli operatori sanitari e i laboratoristi coinvolti nella gestione di pazienti con emofilia acquisita siano in grado di riconoscere prontamente la malattia e di iniziare trattamenti emostatici e immunosoppressori nel più breve tempo possibile per evitare ulteriori complicazioni. Tempestività e adeguatezza diagnostico-terapeutica sono cruciali nella gestione dei pazienti con EAA, al fine di ridurre i danni secondari e le morti evitabili.
Per facilitare l’immediato riconoscimento dell’emofilia acquisita è essenziale fare awareness sui test di laboratorio necessari per la diagnosi della patologia e sui segni e sintomi che la caratterizzano.
L’emofilia acquisita è un’emergenza emorragica che richiede un approccio organizzato e condiviso, che definisce puntualmente l’iter del paziente dal primo contatto con il medico fino alla diagnosi e terapia, organizzato in modo da eliminare le possibilità di errori comunicativi, con il fine ultimo di evitare sprechi di risorse e di ottimizzare il risultato delle cure.
Da qui la necessità di un progetto informativo di sensibilizzazione sull’EAA e di analisi condivisa dei percorsi per la sua gestione, con l’obiettivo di fornire ai professionisti sanitari interessati le competenze necessarie per assicurare ai pazienti cure specialistiche complete ed appropriate.
Le tematiche affrontate saranno le seguenti:

  • il giusto percorso per una corretta gestione diagnostico-terapeutica in Emofilia Acquisita
  • la necessità di una gestione integrata del paziente
  • il ruolo del laboratorio
  • la scelta terapeutica

Programma

Webinar 16 Giugno 2021 - ore 15.00
Moderatore: I.Martinelli

 

ore 15:00  Introduzione all’evento I.Martinelli
ore 15:05  
Diagnosi di laboratorio A.Tripodi     
ore 15:25  Inquadramento del paziente con emofilia acquisita R.Rossio
ore 15:45  
Terapia nella fase acuta di malattia E.Biguzzi
ore 16:05  
Novità nel trattamento B.Ferrari
ore 16:25  
Terapia immunosoppressiva R.Gualtierotti
ore 16:45  
Costi della terapia M.Sottocorno
ore 17:05  
Casi clinici S.Braham / S.M.Siboni
ore 17:35  
Discussione
ore 18:00  Fine webinar

 

Al termine del Webinar il discente avrà 72 ore di tempo per compilare i questionari di valutazione e di gradimento, entrambi indispensabili per l'ottenimento dei crediti ECM.

Informazioni

Obiettivo formativo

18 - Contenuti tecnico-professionali (conoscenze e competenze) specifici di ciascuna professione, di ciascuna specializzazione e di ciascuna attività ultraspecialistica, ivi incluse le malattie rare e la medicina di genere

Mezzi tecnologici necessari

Per la fruizione e l'accesso al corso FAD saranno necessari un computer (Windows o Mac) dotato di connettività internet, di un browser di navigazione standard (Internet Explorer, Firefox, Chrome, Opera, Safari) e di un programma per l'apertura e la lettura dei file PDF (per esempio: Adobe Acrobat Reader). 
Per la fruizione del Webinar in diretta sarà necessario installare il programma gratuito GoToWebinar, Potete effettuare il download del programma, e le relative istruzioni di installazione, a questa pagina.

Procedure di valutazione

Questionario (obbligatoriamente a risposta multipla e doppia randomizzazione)

Attenzione: la nuova normativa ministeriale in vigore dal 01/07/2019 prevede che:

  • numero massimo di tentativi a diposizione: 5
  • soglia di superamento: 75% delle risposte corrette

Elenco delle professioni e discipline a cui l'evento è rivolto

Medico chirurgo

  • Ematologia
  • Geriatria
  • Ginecologia e ostetricia
  • Medicina e chirurgia di accettaz. e di urgenza
  • Medicina interna
  • Medicina trasfusionale
  • Patologia clinica
  • Reumatologia

Farmacista

  • Farmacia Ospedaliera

Biologo

  • Biologo

Tecnico sanitario laboratorio biomedico

  • Tecnico sanitario laboratorio biomedico
leggi tutto leggi meno