AVVISO IMPORTANTE

Attenzione:

  • In caso il discente non superi il test di valutazione dovrà ripetere il percorso formativo dall'inizio
  • Soglia di superamento: 75% delle risposte corrette
  • Il corso e il conseguente test può essere seguito (prima) e compilato (successivamente) un massimo di 5 volte

Qualsiasi attestato (anche quello di partecipazione) è conseguente alla compilazione del Test di Valutazione e del modulo Qualità Percepita
  • Con la sponsorizzazione non condizionante di
  • Con la sponsorizzazione non condizionante di

Presentazione

Lo scompenso cardiaco ha assunto negli anni un’importanza crescente anche a causa delle ospedalizzazioni e dell’elevato tasso di mortalità a cui si accompagna. A dimostrazione di ciò, lo scompenso cardiaco è ormai definito come una pandemia, in relazione all’elevata prevalenza della malattia e alla sua aumentata incidenza negli ultimi anni, soprattutto per quello che riguarda il fenotipo a frazione di eiezione preservata.
Lo scompenso cardiaco si accompagna anche ad un’elevata prevalenza di comorbilità come il diabete e la malattia renale cronica ed è per questo che la gestione di questa condizione richiede un contesto multidisciplinare.
Le linee guida e i PDTA suggeriscono un determinato approccio diagnostico, a volte difficilmente generalizzabile considerando le numerose modalità con cui il paziente può presentarsi alla valutazione del clinico ed il contesto clinico diversificato sul territorio nazionale. Correttamente, le linee guida auspicano una gestione olistica e multidisciplinare di questa condizione e per questo sono necessarie delle valutazioni da parte dell’intero team che ha in carico il paziente, sia per inquadrare correttamente i pazienti più complessi ma anche per valutare il coinvolgimento di altri specialisti ed il corretto follow-up clinico del paziente una volta che viene posta una diagnosi di malattia.
Durante l’evento, specialisti in cardiologia si uniranno per discutere in merito alla centralità dello specialista cardiologo nel percorso diagnostico e di follow-up del paziente con scompenso cardiaco, valutando anche quando e con che modalità dovrebbe essere opportuno anche il coinvolgimento di altri specialisti.

Programma

 .  Razionale e Obiettivi del corso
 .  Roadmap per la gestione e trattamento del paziente con scompenso Update linee guida HF M.Metra
 .  Ruolo dei biomarcatori per diagnosi M.Iacoviello
 .  Il ruolo delle comorbidità M.Volterrani
 .  Scompenso Cardiaco e malattia renale cronica: cleaning e trattamento M.Senni
 .  Discussione basata sui quesiti derivanti dalle precedenti relazioni 

Informazioni

Obiettivo formativo

3 - Documentazione clinica. Percorsi clinico-assistenziali diagnostici e riabilitativi, profili di assistenza - profili di cura

Mezzi tecnologici necessari

Per la fruizione e l'accesso al corso FAD saranno necessari un computer (Windows o Mac) dotato di connettività internet, di un browser di navigazione standard (Internet Explorer, Firefox, Chrome, Opera, Safari) e di un programma per l'apertura e la lettura dei file PDF (per esempio: Adobe Acrobat Reader)

Procedure di valutazione

Questionario (obbligatoriamente a risposta multipla e doppia randomizzazione)

Attenzione: la nuova normativa ministeriale in vigore dal 01/07/2019 prevede che:

  • nei moduli formativi del corso è presente un tempo minimo di fruizione (visibile in alto a dx). Prima di tale lasso di tempo non è possibile passare al successivo step formativo (sia esso un questionario o un altro modulo formativo). Il timer viene attivato solo quando la finestra è attiva. Il tempo non viene calcolato quando si aprono altri programmi e/o finestre, oppure quando parte un salvaschermo
  • in caso il discente non superi il test di valutazione dovrà ripetere il percorso formativo dall'inizio
  • numero massimo di tentativi a diposizione: 5
  • soglia di superamento: 75% delle risposte corrette

Responsabili

Responsabile scientifico

  • Maurizio Volterrani
    Prof. Ord. e Direttore Dip. Scienze Cardiologiche e Respiratorie - IRCCS S. Raffaele di Roma

Relatore

  • Massimo Iacoviello
    Dirigente - Unità Operativa Cardiologia Universitaria - AO Policlinico di Bari
  • Marco Metra
    Professore Associato presso la Cattedra di Cardiologia - Univ. di Brescia / Dir. UOC Cardiologia - ASST Spedali Civili Brescia
  • Giuseppe Rosano
    Professore di Cardiologia - St. George's University Medical School in London
  • Michele Senni
    PROF. STR. MALATTIE APP. CARDIOVASCOLARE E DIR. CARDIOLOGIA 1 E DIP. CARDIOVASCOLARE - UNIV. MILANO BICOCCA - ASST OSP. BERGAMO
  • Maurizio Volterrani
    Prof. Ord. e Direttore Dip. Scienze Cardiologiche e Respiratorie - IRCCS S. Raffaele di Roma

Elenco delle professioni e discipline a cui l'evento è rivolto

Medico chirurgo

  • Cardiologia
  • Medicina interna
leggi tutto leggi meno